CHAMPAGNE S'IL VOUS PLAIT!


Giorno: 7 novembre 2014.

Ore 5.00: sveglia.

Ore 7.00: partenza.

Destinazione: Francia!

L’obiettivo è uno solo: trascorrere con Paola e Daniele due giorni all’Hippodrome de la Cote d’Azur a Cagnes- sur- mer per il Salon Du Palais Gourmand, super fiera enogastronomica!

Biglietti d’ingresso gratis per la fiera: ne abbiamo per un esercito.

Il B&B per trascorrere due notti: prenotato.

Prove per capire quanti cartoni di vino si possono caricare in macchina: fatte.

Attrezzatura da serial-winer (bicchieri per gli assaggi e porta bicchieri): preparata.

Ok, siamo prontissimi per due giorni di fuoco in mezzo a bottiglie, formaggi e macarons!

Arriviamo a Cagnes alle 11.00: il salone ha aperto solo da un’ora e c’è già il mondo! Un sacco di gente ha già iniziato gli acquisti e si vede un gran via vai di carrelli e carrellini stracolmi di cartoni di vino!

Appena entrati ci guardiamo intorno e la prima domanda è: ma cosa ci fanno tutti questi vecchietti ad una fiera del genere? Si reggono in piedi a fatica ma appoggiati al loro fido bastone si accalcano ad uno stand per assaggiare uno champagne e per comprare una fetta di comtè… Fantastici!!!

IMG_4902Noi da cosa iniziamo? Da uno shampoo? Nostra personalissima definizione di shampoo: champagne! Ma sì dai, uno champagnino per aprire le danze ci sta bene, e con Herbert Beaufort non potevamo cominciare meglio!

Tra una bolla e l’altra io e la Paola puntiamo come due segugi da tartufo quella meravigliosa … morbidissima … dolcissima … infinita... distesa di mille colori... i macarons!!! spettacolo!!! Cocco, limone, creme brulè, cioccolato, lavanda, vaniglia, viola, pistacchio……… e chi più ne ha più ne metta!!!

IMG_4899E poi… guarda là… i marron glacè!!! Quanto costa un chilo? 38 euro??? Ma sono pepite d’oro??? Niente… questi non li compriamo… però li assaggiamo! Quanto sono buoni!?!?!

IMG_4898

IMG_4903A questo punto i nostri 30 e suonati anni se ne vanno definitivamente a quel paese e per due giorni siamo come bambini nel paese dei balocchi che scorrazzano felici e incoscienti da un fantastico rosato “succo di pompelmo”  di Mas Daumas Gassac, ad un meraviglioso Cahors di Domaine la Berangeraie, ad una lunghissima serie di annate di Armagnac, fino all’oro di Chàteau du Cros, il Loupiac, fermandosi tra un bicchiere e l’altro a sgolosare davanti ad una infinità di vasetti di marmellata dei più disparati gusti… Fico, pesca gialla, pesche di vigna, mirtillo, clementine, arancio, mora, fragola, crema di marroni… qualunque tipo di frutto esistente qui lo avremmo trovato sotto forma di marmellata. Impossibile ricordarsi tutti i gusti… So solo che ne abbiamo acquistati 6 vasetti e che probabilmente oggi con uno di questi farò una bella crostata! Slurp!!!

D’obbligo il pit stop per un super rifornimento di foie gras, confit de canard, cassoulet, terrine di ogni tipo… una volta riposte tutte le scatole, scatoline scatolette di latta nella dispensa di casa sono rimasta sbalordita… ma ne abbiamo comprate così tante???

E poi i formaggi… quante tentazioni!!! Qui però abbiamo dovuto resistere… Primo: non avevamo portato un frigorifero perché in macchina non c’era posto. Secondo: i formaggi costavano più o meno come dei collier di diamanti.
IMG_4901Un chilo di comtè variava dai 49 ai 56 euro… un chilo di toma un po’ stagionata minimo 37 euro… alcuni prezzi non erano nemmeno esposti… insomma sembrava di essere in una gioielleria!
Alla fine due pezzettini li ho comprati per l’immensa gioia dei miei compagni di giochi che durante il viaggio di ritorno sono stati allietati da un simpatico odorino di formaggio che aveva letteralmente invaso tutta la macchina!
 
Sono trascorsi in fretta due giorni di Palais Gourmand… di sicuro per visitarlo tutto sarebbe servito molto più tempo!
Tanti stand li abbiamo solo scrutati da lontano… Quanto era bello e soffice quel pan briosche gigante… E il salmone affumicato… e poi la distesa di frutta secca e spezie che emanavano quel profumo così intenso… E quelle tortine, credo, di formaggio ricoperte con qualcosa che sembrava cioccolato??? Chissà cos’erano…
Ci rifaremo la prossima edizione – e il portafoglio già piange!!!
E poi chissà se sono state pubblicate le nostre foto su Nice Matin… eh sì, anche oltre confine abbiamo lasciato il segno! Durante l’assaggio di un vino siamo letteralmente stati assediati da una giornalista e dal suo (molto) invadente fotografo che hanno voluto intervistarci. Prima hanno fatto un po’ di domande, del tipo siete spagnoli (??? ma perché ci scambiano per spagnoli??? È già la seconda volta…), cosa fate qui, cosa avete comprato, è la prima volta che venite… e poi hanno iniziato a spostarci come marionette per farci assumere improbabili pose per le fotografie! Io, Cri e Dani con i calici in mano e con un bel sorrisone (o meglio, ridevamo come dei deficienti!) rivolto alla macchina fotografica mentre la Paola versava il vino - e intanto alle sue spalle gli occhi terrorizzati del produttore controllavano quanto del suo costosissimo nettare finiva nei nostri bicchieri! Che scena!!! 
Grazie Dani e grazie Paolina per averci portato con voi in questo splendida avventura!
Ci rivediamo il prossimo anno Palais Gourmand!
Au revoir!
di Francesca Bonacini.


Commenti

Post popolari in questo blog

FABRIZIO BOSSO AND BLUE MOKA: I MILLE COLORI DEL JAZZ

TUTTI A TAVOLA!!! OGGI PIOPPINI IN COCOTTE!

"Dèstati oh legno inanimato!"... Ed ecco a voi Marco Rolando nel suo laboratorio "incantato"...