Non smetto di ascoltarti!




Quando le canzoni perfette incontrano gli interpreti perfetti "non smetteresti mai di ascoltarli"!

Fabio Concato, Fabrizio Bosso e Jiulian Oliver Mazzariello: il trio che non ti aspetti per un disco assolutamente unico che reinterpreta alcune della più belle canzoni d'autore italiane, le Canzoni vere, quelle con la C maiuscola di cui oggi sentiamo tanto la mancanza visto che ormai siamo bombardati da motivetti e parole senza senso che purtroppo piacciono tanto alle giovani generazioni. 

Una voce stupenda, piena e calda, delicata e graffiante, quella di Fabio Concato, che si fonde con la pirotecnica e strabiliante tromba di Fabrizio Bosso e la frizzante e sapiente tecnica interpretativa di Oliver Mazzariello e il gioco è fatto!

E il risultato è unico e irripetibile!

Emozione pura e nient'altro. 

Per quasi due ore di concerto ogni singola nota è in grado di portarti in un'altra dimensione, la musica ti entra nella testa, nel cuore, nello stomaco e nelle vene.

"Anna verrà", "Diamante", "Scrivimi", "L'arcobaleno", "Mille lire al mese" sono solo alcune delle canzoni che Concato-Bosso-Mazzariello hanno voluto proporre al pubblico in chiave jazz; una nuova veste per canzoni che hanno fatto la storia della musica italiana, canzoni del passato mai così attuali. Nessuno stravolgimento delle classiche melodie che ognuno di noi ha impresse nella memoria, ma nuova vita, nuove vibrazioni, nuove intensità sonore ed emotive. Nell'album "Non smetto di ascoltarti" Fabio Concato ripropone anche i suoi meravigliosi successi "Rosalina" e "Domenica bestiale" con una nuova energia e una nuova linfa vitale: e a questi aggiunge ovviamente il brano scritto per sostenere il Telefono Azzurro...da brividi.

Una voce dalle mille sfumature e dalla grande estensione quella di Concato, una inconfondibile tromba fatta di pura tecnica, di pura espressione e di pura emozione quella di Fabrizio Bosso che riesce a fare con lo strumento anche l'impossibile e l'inimmaginabile, e un pianoforte agile, raffinato e poliedrico quello di Mazzariello.

Il trio delle meraviglie ha voluto fare al pubblico di Parma un ulteriore regalo: il 16 giugno si è unito eccezionalmente alla Filarmonica Arturo Toscanini, diretta dal Maestro Stefano Fonzi nella suggestiva cornice dell'Auditorium Paganini di Parma, che con una esemplare ed intensissima esecuzione ha saputo creare un'atmosfera magica ed estremamente suggestiva. 

Io il cd l'ho già comprato... E non smetto di ascoltarlo! 

 




Di Francesca Bonacini.

Ogni diritto riservato.


Commenti

Post popolari in questo blog

FABRIZIO BOSSO AND BLUE MOKA: I MILLE COLORI DEL JAZZ

TUTTI A TAVOLA!!! OGGI PIOPPINI IN COCOTTE!

"Dèstati oh legno inanimato!"... Ed ecco a voi Marco Rolando nel suo laboratorio "incantato"...