MAKE UP MON AMOUR !


Meglio tardi che mai… Per fare cosa? Per imparare a truccarsi!

Già, trent’anni suonati e finalmente ho imparato a usare i vari strumenti del makeup. Beh non esageriamo… ho iniziato ad avere un approccio con il magico mondo del make up, ma da qui ad avere conoscenza specifica dell’uso dei mille prodotti e accessori  che ne fanno parte, la strada è ancora lunga! Non sapevo nemmeno che esistesse un numero infinito di pennelli, pennellini, pennelloni di tutte le fogge e tutte le misure che vengono utilizzati dagli artirsti del make-up! Un vero arsenale!

Definiamo il 23 febbraio come giorno X.

Nell’era precedente al 23 febbraio sapevo impiastricciarmi con un po’ di crema, qualche ombretto colorato, la matita contorno occhi e il mascara. Sapevo dell’esistenza del rossetto ma a parte un gloss messo forse due o tre volte, non sono mai andata oltre. Risultato … beh, passabile ma niente di stratosferico.

Mi è sempre piaciuto il mondo della cosmesi, quando entravo in profumeria mi sembrava di entrare nel paese dei balocchi, un po’ tipo Pinocchio;  ho sempre fatto man bassa di profumi per i quali ho una vera adorazione, mentre nel reparto makeup ho sempre ammirato le distese sconfinate di trucchi , ma alla fine sono sempre rimasta nella fase “guardare ma non toccare” o comunque toccare il minimo indispensabile per colorarsi un po’ gli occhi per le uscite del weekend o le occasioni importanti, forse per una forma di pigrizia nell’imparare a conoscere questo mondo.

Il 23 febbraio arriva la svolta!

Curiosando un sabato mattina su facebook ho visto per caso che nella Profumeria Paladini di Castelguelfo (della quale sono cliente affezionatissima) era stato postato un evento, cioè la settimana dedicata a Chanel e dunque per sette giorni avremmo trovato in salone il make up artist di Chanel , Paolo Chiatello , che avrebbe regalato alle clienti della profumeria una seduta di makeup gratuita. Immediatamente attratta dall’evento ma altrettanto immediatamente titubante… vado o non vado? Provo o non provo? Tempo dieci minuti mi auto convinco e chiamo per prenotare. Ma sì, dai, era ora di provare! Poi sotto le mani di un esperto non potevo certo uscire male.

E finalmente arrivo al 23 febbraio da Paolo Chiatello: persona affabile, gentile, meticolosa, attenta alle più piccole sfumaure… fondotinta, correttore, cipria, matita sfumata, eyeliner, mascara e rossetto… e il gioco è fatto! E visto che senza occhiali non vedo assolutamente nulla, ammiro l’opera soltanto una volta ultimata … che sorpresa… WOW! Rimango letteralmente abbagliata da me stessa!

Mamma mia, cosa riescono a combinare questi artisti! Ti trasformano davvero in qualcosa che nemmeno tu sapevi potessi diventare, pur cercando di non alterare i tuoi colori naturali. Io ho la pelle molto molto molto chiara, tendente al bianco muro, bianco lenzuolo a volte tendente al bianco cadavere (massima autostima), ma con il fondotinta giusto e una spolverata di cipria ti ritrovi la tua pelle rimasta chiara - dunque non effetto maschera carnevalesca del tipo faccia marrone e collo bianco – e ora quel chiaro è diventato addirittura luminoso, delicato, elegante. E visto che fin da principio avevo lasciato carta bianca a Paolo , per la serie siamo qui e osiamo, niente look da tutti i giorni ma look di un certo impatto, e quindi  il tocco finale che si va ad aggiungere a quegli occhi meravigliosi contornati da un filo di eyeliner, è il rosso fuoco del rossetto Rouge Allure … top!!!

Esperienza assolutamente entusiasmante!!! Talmente entusiasmante da dover necessariamente essere ripetuta… e grazie alla Profumeria Paladini proprio oggi 16 marzo mi sono lasciata coccolare da Yves Saint Laurent e dal suo magico makeup artist Riccardo Bacigalupi.

Meraviglioso Riccardo, ti accoglie con calore e gentilezza, ti guida passo passo nella realizzazione della sua opera in modo da farti capire come migliorare quello. che quotidianamente, di fretta e assonnate, facciamo noi girls in modo più o meno accurato cercando di dare un senso logico a quelle matite, ombretti e rossetti che tentiamo di assemblare nel modo più aggraziato possibile senza fare troppi disastri;  ti spiega i prodotti che utilizza, le loro caratteristiche, ti svela qualche trucchetto per aggiustare un eventuale pasticcio, ti insegna come procedere nella realizzazione del makeup degli occhi, partendo dal pimer, poi passando alla matita sfumata, agli ombretti colorati che devono essere applicati con un certo ordine, fino ad arrivare al mascara finale… insomma ti coinvolge e ti fa appassionare ancora di più al trucco e ai suoi segreti! E sapete cosa mi ha applicato sulle punte delle ciglia??? Un mascara gold!!! Sfumature dorate davvero meravigliose… un tocco super glam!!! E un look assolutamente luminoso e fresco, basato sul rosa e tutte le sue tonalità, estremamente naturale , ricercato ed elegante ma nello stesso tempo di semplice lettura, da portare tutti i giorni anche al lavoro.

Grazie Paolo e grazie Riccardo, alla prossima trasformazione!

Ps: Ovviamente, una volta terminate entrambe le prove make-up, ho acquistato alcuni dei prodotti con cui mi hanno trasformata...

 non tutti…

solo alcuni…

il minimo indispensabile…

quei due o tre…

o quattro…

Visti i prezzi meglio un po’ di autocontrollo anche se avrei voluto comprare di tutto e di più!!!

Però in compenso ti danno tanti campioncini!

Com’era quel detto… donna al volante pericolo costante. Non ne esiste uno per la donna in profumeria? Vediamo……

Donna in profumeria e il portafoglio scappa via! J


A presto

Commenti

Post popolari in questo blog

FABRIZIO BOSSO AND BLUE MOKA: I MILLE COLORI DEL JAZZ

TUTTI A TAVOLA!!! OGGI PIOPPINI IN COCOTTE!

"Dèstati oh legno inanimato!"... Ed ecco a voi Marco Rolando nel suo laboratorio "incantato"...